RELAZIONE FINALE

Attività 2016

banco

di solidarietà

piccinini


 

MA CHE COSA HANNO VISTO NEL BANCO PER...?
2016, I NUMERI, LA VITA

 

o        VOLUME DI AIUTI: 33.768 kg di alimenti distribuiti a 100 famiglie = circa 90 kg all’anno per persona

o        VOLONTARI: Gestione del magazzino e consegna dei pacchi impegna 130 volontari.

o        SOCI: Hanno versato la quota associativa 91 soci.

o       CHI CI DA’ I PRODOTTI: Le fonti principali di approvvigionamento sono state:

·         Banco Alimentare, Aiuti europei

·         Donacibo

·         Famiglie solidali

·         Ferrero

o     FAMIGLIE SOLIDALI: Un apporto significativo per qualità e valore economico dei prodotti (circa 18.000 euro).


 


L’IMPREVISTO, CARA GRAZIA

In maniera del tutto imprevista, ci sono stati destinati i prodotti raccolti con collette da Oratorio di Gessate (420 kg), Collegio Sant’Antonio di Busnago (750), Bagaj de Pussoeu (156 kg di cesti-premio della Martulada), dipendenti della Symantec (566 kg).

Ci domandiamo: “che cosa” hanno visto nel Banco per aver deciso così?

 

CAMION E AUTISTA = CARITATIVA

La ditta di spedizioni “Click&Quick” ci fornisce gratuitamente ogni 20 giorni mezzo di trasporto e autista per il ritiro dei prodotti dal Banco Alimentare di Muggiò. Il titolare dell’azienda desidera in questo modo fare la sua caritativa.

TOMBINO E PICCIONI

Un coperchione di ferro arrugginito e malconcio proprio sul passaggio auto. Renzo vede e, grazie ai rapporti che la sua azienda ha con artigiani vari, provvede. Gratis.

Un portico fienile divenuto soggiorno e toilette di centinaia di bipedi nocivi. Andrea per l’attività della sua ditta ha le reti giuste e sa come installarle a regola d’arte. Fatto. Gratis.

Evidentemente anche questi due amici hanno visto nella nostra esperienza, qualcosa per cui vale la pena .

NON FIORI: OPERE DI BENE

La nostra amica Annarita ha perso il padre. Le colleghe insegnanti, in ossequio alla volontà del defunto, non hanno acquistato corone di fiori, ma hanno raccolto una somma da destinare a un’opera di carità. Al Banco.

Anche questi insegnanti hanno visto attraverso Annarita qualcosa per cui vale la pena .

MOVIMENTO LAVORATORI

Il Banco deve gratitudine particolare ad alcune persone che prestano la loro attenzione e il loro lavoro per tenere in ordine o implementare e migliorare le strutture della sede, dalla sistemazione di scaffali, banconi e quant’altro, alla pulizia interna ed esterna; dallo smaltimento dei rifiuti all’approvvigionamento e montaggio delle scatole. ecc. ecc.

LA COMUNITA’ DEL SABATO

Il sabato pomeriggio la sede è sempre popolata da un bel gruppo... variopinto

i più sono credenti (anche islamici) e non, ciellini e non; pozzuolesi e non; anche alcune persone “aiutate” si coinvolgono in questo gruppo.

Questa “comunità del sabato” è un luogo in cui si sentono accolti per esempio ragazzi delle scuole che vengono ad aiutare con il loro insegnante che propone un gesto di educazione alla carità, e non di rado persone con qualche difficoltà personale (non economica) desiderose di compagnia e di umanità.

ANGELUS E MAGNIFICAT

Anche chi non pregava mai ha imparato l’Angelus, che sempre si recita. Si è mantenuto il breve appuntamento mensile di confronto e di approfondimento delle ragione educative della esperienza caritativa del Banco, il “Magnificat”. La partecipazione è mediamente di 30/40 persone.

RAPPORTI CON ALTRI ENTI

Soprattutto tra i responsabili del Banco e di altri enti sul territorio (Caritas, San Vincenzo, Centri di aiuto alla Vita, ecc.) si sono stabiliti rapporti informali di dialogo su comuni problematiche incontrate e di collaborazione anche molto pratica. Ad esempio il Banco gira ai CAV gli omogeneizzati in eccedenza. In agosto ha fornito alla Mensa dei poveri dei francescani di Milano un considerevole quantitativo di merendine.

FEDERAZIONE DEI BANCHI

Il Banco Piccinini è aderente a questa organizzazione, anche nel 2016 ha rinnovato la quota di adesione e soprattutto mantiene costanti contatti, attraverso il presidente e altri del direttivo, partecipando ai momenti di confronto e di approfondimento.